Omicidio ad Aci Sant'Antonio, fermato un 33enne

1' di lettura 01/03/2023 - Svolta nelle indagini sull'omicidio di Francesco Ilardi, ucciso lunedì scorso a colpi di arma da fuoco davanti ad un circolo ricreativo di caccia ad Aci Sant'Antonio.

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Catania hanno fermato un uomo di 33 anni, Antonino Cosentino, sospettato di essere l'autore del delitto. L'uomo, commerciante all'ingrosso di pollame, è indagato per omicidio aggravato, detenzione e porto illegale di arma da fuoco. Secondo la ricostruzione dell'accusa, Cosentino quella sera si sarebbe a Ilardi a bordo della propria auto e avrebbe esploso contro la vittima 4 colpi di pistola, verosimilmente un revolver cal. 38, per poi darsi alla fuga e rendersi irreperibile.

Secondo l'accusa Ilardi, anche lui commerciante di pollami, sarebbe stato ucciso perché voleva mettersi in proprio. Alcuni mesi prima il 51enne si era separato dal socio, il padre di Cosentino, per mettersi in proprio, circostanza che avrebbe determinato la rabbia del figlio.

Le indagini svolte dai carabinieri hanno permesso di rintracciare la vettura utilizzata dal presunto assassino, al cui interno, attraverso esami tecnici sono state trovate tracce di polvere da sparo. Cosentino è stato rintracciato e bloccato dai militari nella notte: viaggiava a bordo di un'auto assieme al padre e all'avvocato, verosimilmente perché avrebbe avuto l’intenzione di costituirsi.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereCatania
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverecatania
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookwww.facebook.com/viverecatania/
Twittertwitter.com/VivereCatania





Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2023 alle 20:36 sul giornale del 02 marzo 2023 - 40 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco vitaloni, articolo, aci sant'antonio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dVg8





logoEV
qrcode