Giornata mondiale del Rifugiato, tre giorni di eventi a Caltagirone

3' di lettura 20/06/2022 - Da oggi 20 a mercoledì 22 giugno tre giorni di eventi a Villa Patti e all’Educandato San Luigi

Oggi 20 giugno è la Giornata mondiale del rifugiato, istituita il 4 dicembre 2000 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. L’Amministrazione comunale, ente titolare del progetto Sai (Sistema accoglienza integrata) di Caltagirone, in collaborazione con gli enti gestori delle comunità di accoglienza per adulti e minori stranieri non accompagnati (msna), promuove per l’occasione una “tre giorni” di iniziative per far conoscere i rifugiati attraverso i loro sogni e le loro speranze, ma anche per puntare i riflettori sulle tematiche che li riguardano e per sensibilizzare tutti sulla necessità di proteggere i diritti di milioni di persone che fuggono dai loro paesi. Nelle settimane precedenti i beneficiari dei progetti Sai msna e adulti hanno partecipato ad alcuni laboratori manuali per la realizzazione di alcuni oggetti da donare ai presenti affinché rimanga viva l’attenzione su questi temi e su queste persone.

Oggi 20 giugno, a Villa Patti, dopo i saluti del sindaco Fabio Roccuzzo e dell’assessore al Welfare Patrizia Alario, saranno presentate tante testimonianze di attuali beneficiari, minori e adulti ospiti nelle comunità di accoglienza, ma anche di ex beneficiari che hanno concluso il loro percorso di accoglienza e sono rimasti a vivere e a lavorare nella nostra città, formando una propria famiglia e avendo dei figli. Saranno presentate anche delle esperienze di affido, alcune già consolidate e altre ancora in embrione. Si tratta, quindi, dell’occasione per fare una panoramica sui mille volti, sulle mille sfaccettature della condizione del migrante rifugiato, alla ricerca non solo di un luogo sicuro, ma anche di una terra da dove ricominciare a vivere il presente e riappropriarsi del proprio futuro. A conclusione delle testimonianze, sarà proposto lo spettacolo “Mi chiamo Maris e vengo dal mare”, della compagnia Retablo di Catania, diretto e interpretato da Chiaraluce Fiorito su progetto drammaturgico di Melania Manzoni: il racconto di una storia vera, comune purtroppo a tante donne migranti, vittime di tratta e di violenza di genere. Ancora oggi pomeriggio presentata la mostra fotografica “Senegal: vivere l’Africa”, a cura del fotografo professionista Andrea Annaloro.

Martedì 21 giugno, nel giardino dell’Educandato San Luigi, a cura delle associazioni Nave Argo ed Extopia, si svolgerà la presentazione del libro “Shuma Tragliabissi” di Dario Muratore, autore, regista e attore di teatro che dialogherà con la giornalista e critico teatrale Filippa Ilardo. In apertura spazio a una performance a cura dell’autore, rivolta particolarmente a bambini e ragazzi e con il coinvolgimento pure di un gruppo di rifugiati.

Mercoledì 22 giugno, a Villa Patti, ci sarà la proiezione del film “Terraferma” in collaborazione con l’associazione Astra. La visione del film sarà anche l’occasione per lanciare una iniziativa dell’associazione dal titolo “Avrò cura di te”, a sostegno di giovani migranti e a supporto della costruzione di nuove relazioni sul territorio che vadano oltre l’accoglienza, “per dare un segno di speranza e di fiducia alla vita di tutti i giorni dei giovani coinvolti”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereCatania
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverecatania
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookwww.facebook.com/viverecatania/
Twittertwitter.com/VivereCatania







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2022 alle 12:28 sul giornale del 21 giugno 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, caltagirone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbZb





logoEV