Palagonia: calci e pugni alla moglie, costringe i figli a mendicare. Arrestato un 35enne

1' di lettura 03/09/2021 - Violenza, minaccia, maltrattamenti in famiglia, furto con strappo e lesioni personali aggravate. Queste le accuse dalle quali dovrà difendersi un 35enne di Palagonia, in provincia di Catania, finito agli arresti su ordine del gip del tribunale di Caltagirone.

L'uomo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, aveva reso la vita della moglie un incubo, pretendendo che si prostituisse per procurargli il denaro necessario all'acquisto della droga. "Una vera e propria via crucis" per la vittima, secondo i militari, sottoposta "ad ogni sorta di violenza psicofisica". Verso la donna frasi orrende come "Vieni qua che ti taglio la gola" e "La prostituta devi fare e i soldi li devi portare a me". Ad ogni tentativo di fuga della vittima, l'uomo rispondeva con calci e pugni. Atti violenti commessi, senza alcuna remora, anche davanti ai figli minorenni, costretti in alcune circostanze anche a chiedere l'elemosina per strada. La donna, alla fine, ha deciso di denunciare il tutto ai carabinieri che hanno portato a termine una indagine sfociata poi nella misura di prevenzione chiesta dalla Procura e concessa al gip. L'uomo si trova ora in carcere.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 03-09-2021 alle 18:19 sul giornale del 04 settembre 2021 - 116 letture

In questo articolo si parla di cronaca, agenzia dire, palagonia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/chAh





logoEV