Musumeci a Caltagirone: "L’ospedale fornisce tutte le prestazioni". Ioppolo: "No a allarmi ingiustificati"

3' di lettura 04/06/2021 - Sanità: le novità, a partire dall’arrivo di medici e infermieri, emerse dalla visita del presidente della Regione Musumeci e dall’iniziativa dei sindacati.

L’Amministrazione comunale di Caltagirone è intervenuta con il sindaco Gino Ioppolo e numerosi assessori a due iniziative sul tema – sanità: la visita di ieri pomeriggio, durata sino a oltre le 20,30, del presidente della Regione Nello Musumeci all'ospedale di Caltagirone e l’assemblea di stamani, nello spazio antistante l’edificio “Clementi” dell’ospedale “Gravina”, organizzata da numerose sigle sindacali – Cgil, Cisl e Uil Fp regionali e di categoria, Anaao, Cimo, Usiae, Fials e Aaroi Emac – per chiedere interventi per il superamento delle difficoltà che oggi investono il nosocomio, ma sottolineare nel contempo “i primi, importanti risultati raggiunti”.

"L'ospedale di Caltagirone – ha dichiarato il presidente Musumeci - soffre della carenza di personale né più né meno di tutti gli altri ospedali dell'Isola. Ciò malgrado continua a fornire ogni prestazione sanitaria con spirito di abnegazione da parte di tutto il personale. Far passare un messaggio diverso significa volersi fare del male". Durante la riunione con i "vertici" della sanità provinciale e locale e con i primari del nosocomio, il presidente ha determinato una precisa tempistica degli interventi approntati dalla direzione aziendale, a partire dalla sottoscrizione di contratti, prevista l'8 e il 9 giugno, per l'assunzione di 4 medici di Medicina interna e di 3 medici cardiologi, oltre alla dichiarata, ferma intenzione di assumere infermieri e Oss sino alla piena copertura dell'organico e all’annunciato completamento, “da luglio a settembre”, delle procedure per la copertura dei posti di primario. Musumeci ha posi vistato il reparto di Oncologia, dicendosi “contento del suo recupero a piena funzionalità, frutto di un bel lavoro di riqualificazione che ha dato luce e razionalità a tutti gli ambienti”.

"La presenza fondamentale dell'on. Musumeci – ha affermato il sindaco Gino Ioppolo - smentisce di fatto la propaganda sulla presunta chiusura del nostro ospedale o di alcuni suoi reparti e ne conferma la strategicità. Legittime le critiche finalizzate a migliorare la situazione. Da incoscienti, invece, quelle fini a se stesse che determinano demotivazione e dissuadono i pazienti, creando uno stato di continua e dannosa fibrillazione. L'ospedale è patrimonio di tutti e ciascuno, con senso di responsabilità, è chiamato a fare la propria parte. Noi - ha concluso il sindaco - continueremo a vigilare sul rispetto dei tempi di attuazione delle iniziative assicurate dalla direzione dell'Asp".

Stamani il primo cittadino ha aggiunto: “Le obiettive difficoltà nel reperire medici specialisti che interessano tutto il Sud Italia non giustificano la diffusione di notizie false, tendenziose, allarmanti e frutto di mera propaganda che, se oggetto di attenzione, potrebbero costituire ipotesi di rilevanza penale, oltre al fatto che provocano uno stato di smarrimento e di ingiustificata sfiducia nei confronti dell’ospedale e delle significative professionalità che esso esprime, non rendendo giustizia all’impegno e agli sforzi profusi dal personale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2021 alle 18:08 sul giornale del 05 giugno 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa, caltagirone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5Uc





logoEV